5,5 milioni di euro per le strade di 13 comuni della Val di Vara

Definito il piano degli interventi prioritari e stabilita la suddivisione delle risorse.  

 

Si è chiuso, con l’ultima riunione, l’iter per l’approvazione del programma previsto dal piano interventi prioritari di miglioramento delle condizioni delle strade della “Val di Vara” proposto dalla Provincia ai Sindaci dei territori interessati.



Su richiesta del Presidente della Provincia della Spezia, Pierluigi Peracchini, l’incontro con i Sindaci dell'Area Interna è stato coordinato dal consigliere provinciale Rita Mazzi, con delega “manutenzione delle strade e viabilità”, e la pratica è stata illustrata dai funzionari del competete settore tecnico dell’Ente.


La seduta aveva come argomento la definizione di una strategia condivisa per accedere ed utilizzare nuovi fondi nazionali da destinare ad interventi prioritari a favore del miglioramento della viabilità in Val di Vara, attuata con l’approvazione del piano presentato.


Quello approvato da tutti i Sindaci è un intervento coordinato con un investimento di circa 5 milioni e mezzo di euro lungo le strade di 13 comuni che sono individuati nell’area geografica nord-ovest del territorio della Provincia della Spezia, con una superficie di 529 kmq, e comprende i territori di: Beverino, Borghetto di Vara, Brugnato, Calice al Cornoviglio, Carro, Carrodano, Maissana, Pignone, Riccò del Golfo, Rocchetta di Vara, Sesta Godano, Varese Ligure e Zignago.

Si tratta di un piano che porterà nuove attese risorse dirette per interventi sul territorio. Le opere dovranno garantire di migliorare e adeguare la viabilità della rete stradale provinciale interna al territorio della Val di Vara e di renderla maggiormente accessibili con un miglioramento delle condizioni trasportistiche. Il tutto avverrà grazie a diverse tipologie di intervento che riguarderanno strade, ponti e infrastrutture viarie.

Questi fondi derivano dal “Decreto Ministeriale n. 394 del 13/10/2021, emanato dal Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili di concerto con il Ministro per il Sud e la coesione sociale e con il Ministro dell’economia e delle finanze.

“Con questo programma facciamo un importante passo avanti nel migliorare la funzionalità e la sicurezza in quello che deve essere concepito come un ‘sistema stradale provinciale’. Il coordinamento e il gioco di squadra espresso dai sindaci della Val di Vara interessati a questo progetto, cioè l‘Area interna, è stato un forte segnale di buona politica da valorizzare. Si dimostra così che il lavorare assieme, in un’ottica sempre più di gruppo, garantisce di ottenere risultati strategici utili a tutti i singoli territori", commenta il Presidente Pierluigi Peracchini.

"Grazie al lavoro dei sindaci e della Provincia - prosegue - siamo riusciti ad accedere a questi nuovi fondi da utilizzare in maniera coordinata, affrontando le emergenze e le necessità come sistema. A fronte delle poche risorse che abbiamo e che riusciamo a reperire, proprio il poterle investirle razionalmente su di uno scenario coordinato può portare ad un risultato fattivo concreto. Il primo obbiettivo è sempre la sicurezza dei cittadini e lo dobbiamo raggiungere affrontando una situazione oggettivamente complicata che abbiamo ereditato, ma non dimentichiamo che lungo le nostre strade corre il flusso economico dell'intera provincia: turismo, piccola media impresa e artigianato”.

Il personale dell’Area Tecnica dell’Ente ha predisposto un progetto di utilizzo dei fondi già individuati e definiti che sono quindi in pre assegnazione e che saranno elargiti a definizione della pratica. Il piano sviluppato, in cui si è concepita l’area della Val di Vara come un unico contesto, ha l’obiettivo di rendere maggiormente accessibili le aree rurali e le attività ad esse connesse, mediante la realizzazione di nuovi asfalti necessari a ripristinare la funzionalità della rete viaria periferica, che allo stato attuale versa in stato di degrado con presenza di buche, cedimenti stradali, ecc.

Si prevedono due tipologie d’intervento suddivise in lotti, con necessità di lavorazioni e tempistiche differenti:

- rifacimento della pavimentazione, mediante ove occorra, la fresatura della pavimentazione esistente deteriorata, l’eventuale adeguamento dello strato di collegamento e quindi il rifacimento del tappeto d’usura sia allo scopo di migliorare gli standard di percorribilità, compreso rifacimento della segnaletica orizzontale e l’istallazione di nuove barrire di sicurezza laterali se necessario;
- realizzazione di nuovi tratti di cunetta stradale nei tratti, con maggior necessità, al in modo da migliorare la regimentazione delle acque superficiali e quindi limitare i possibili fenomeni erosivi del corpo stradale stesso.

L’incontro, a seguito di un lavoro puntuale redatto tra i singoli Comuni la Provincia, ha definito il quadro generale ed i Sindaci hanno approvato la ripartizione degli interventi nell’ottica di un programma coordinato di area, in modo a razionalizzare al massimo le risorse.

Nello specifico è stato presentato e discusso il preliminare del piano, redatto nei termini del Decreto Ministeriale n.394 del 13/10/2021, che è volto all’individuazione definitiva degli interventi prioritari per il miglioramento dell’accessibilità e delle condizioni trasportistiche dell’area interna della “Val di Vara”.

Il nuovo “piano strategico”, relativo a questo finanziamento, prevede già la ripartizione delle risorse assegnate, ovvero €. 5.460.000,00 ripartite nelle annualità 2021 – 2026, per stabilire le tipologie d’intervento e le loro priorità. Il piano è stato equilibrato in rapporto alle realtà presenti in tutti i Comuni, tra le esigenze manutentive della rete viaria con l’estesa ricadente in ciascun territorio comunale stesso, ma concepita comune un’unica area. Il piano quindi prevede la suddivisione delle risorse economiche in rapporto della consistenza infrastrutturale di ogni comune dell’area interna secondo questa suddivisione di fondi:

BEVERINO 477.050,23 €

BORGHETTO DI VARA 90.417,04 €

BRUGNATO 100.747,98 €

CALICE AL CORNOVIGLIO 452.187,67 €

CARRO 349.663,80 €

CARRODANO 188.569,48 €

MAISSANA 505.293,81 €

PIGNONE 245.927,53 €

RICCO' DEL GOLFO DI SPEZIA 89.699,85 €

ROCCHETTA DI VARA 586.933,83 €

SESTA GODANO 712.493,14 €

VARESE LIGURE 790.735,04 €

ZIGNAGO 353.574,19

I Sindaci dell’Area interna hanno così approvato il programma proposto dalla Provincia della Spezia ed il Progetto di fattibilità ora sarà inviato al ministero competente per la definizione della pratica entro pochi giorni.

“Con questo ultimo incontro tra i sindaci dei Comuni interessati possiamo passare alla fase operativa del programma - spiega la Consigliera al settore strade delegata Rita Mazzi - Il lavoro di squadra con i sindaci dell’Area interna è stato fondamentale per definire il programma, siamo nei tempi previsti dal decreto e non perderemo l'occasione. Si tratta di interventi strategici che si svolgeranno in un arco di cinque anni. Coordinati con i programmi già in atto potremmo migliorare il più possibile la viabilità nell’intera area della Val di Vara, tenendo conto di una visione d’assieme. Su questo è stato fattivo ed importante il fatto che i sindaci del territorio abbiano voluto fare coordinamento come un unico ente. Del resto è proprio questa la funzione della Provincia.”

Il PNRR, piano strategico di interventi per dare nuovo slancio al Paese dopo la profonda e persistente crisi innescata dalla pandemia, e la Strategia Nazionale per le Aree Interne, politica pluridimensionale diretta a rafforzare tutti i servizi di base necessari a garantire una qualità di vita quanto più possibile prossima a quella delle migliori aree urbane, sono i due fattori che stanno alla base del Fondo viabilità dedicato alle 72 aree interne del Paese. L’Area interna Val di Vara, composta dai comuni di Varese Ligure, Maissana, Carro, Carrodano, Sesta Godano, Brugnato, Rocchetta Vara, Zignago, Borghetto Vara, Pignone, Riccò del Golfo, Beverino e Calice al Cornoviglio, è una delle tessere del quadro nazionale complessivo.

I soggetti attuatori sono le Province e grazie all’atto approvato, dopo il percorso progettuale prescritto dalla legge e condiviso da tutti i Sindaci dell'Area Interna con i tecnici della Provincia, si è giunti ad un progetto d'intervento complessivo sull'Area Interna “Val di Vara” da concepirsi come area unica, pur tenendo conto delle specificità e dei bisogni di ognuno dei 13 Comuni che la compongono.

“Grazie all'intenso lavoro svolto negli ultimi tre anni da tutti i Sindaci della nostra Area Interna con Anci, Regione Liguria e Mise, abbiamo redatto e approvato l'anno scorso la strategia dell'area interna Val di Vara” e sottoscritto questa estate l'accordo di programmazione, strumenti che ci permetteranno di garantire ai nostri cittadini un enorme salto qualitativo nei servizi essenziali" - commenta il Sindaco del Comune di Calice al Cornoviglio, Mario Scampelli Sindaco referente dell'area interna “Val di Vara - Con questa importante somma di 5.460.000,00 stanziata dal Governo verranno svolti importanti interventi infrastrutturali che, uniti agli investimenti già previsti dal piano provinciale, da qui al 2026 daranno una risposta certa al bisogno di mobilità dell’Area per finalità lavorative, scolastiche, socio-sanitarie, imprenditoriali e turistiche. Un grazie sincero ai tecnici provinciali che con grande volontà e professionalità hanno in poco tempo redatto un ottimo progetto d'area.”


Nota tecnica

Obiettivo: migliorare e adeguare la viabilità della rete stradale provinciale interna al territorio della val di Vara e renderla maggiormente accessibili con un miglioramento delle condizioni trasportistiche.

Il reticolo di strade provinciali che innerva il territorio della Val di Vara rappresenta l’arteria viaria fondamentale che consente di accedere a numerosi borghi rurali, aree agricole e forestali abbandonate.

A seguito della valutazione, è emerso che per poter realizzare il miglioramento della rete stradale della Val di Vara è indispensabile realizzare interventi diffusi di riasfatatura dei tratti maggiormente dissestati ed ammalorati.

Il progetto intende stimolare lo sviluppo locale attraverso l’intervento sulle infrastrutture di piccola scala, per ripristinare l’accessibilità in termini di sicurezza ai borghi rurali, a favore della popolazione residente, degli operatori economici e del flusso turistico.

Al netto delle somme a disposizione, assegnato a ciascun Comune dell’area interna, si è proceduto all’individuazione degli importi suddivisi in interventi annuali, con il principio condiviso che predilige temporalmente i territori più interni caratterizzati da maggior difficoltà e disagi di mobilità.

Piano di riparto

annualità 2021 364.000,00 €

annualità 2022 910.000,00 €

annualità 2023 546.000,00 €

annualità 2024 910.000,00 €

annualità 2025 1.820.000,00 €

annualità 2026 910.000,00 €

TOTALE IMPORTO CONCESSO 5.460.000,00 €

 

Advertising
Advertising






 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Donazione paypal

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!