Entro la primavera 2022 conclusi i lavori alle dighe della marina di Manarola e Fossola

Gli interventi, per un costo complessivo di 450 mila euro, saranno finanziati con i fondi di protezione civile messi a disposizione dalla Regione.

Approvati i progetti esecutivi per gli interventi di ripristino della diga di Fossola a Riomaggiore e della diga di Manarola, gravemente danneggiate dalle mareggiate del 29 e 30 ottobre 2018.

Gli studi di fattibilità di entrambi i progetti, redatti dallo StudioElb Ingegneri Associati di Genova, hanno stimato il costo complessivo dei lavori in 450 mila euro: 300 mila per quanto riguarda la ricostruzione della diga frangiflutti di Manarola e 150 mila per sistemare invece la diga di Fossola. Per entrambe le opere il Comune di Riomaggiore potrà contare sui fondi di protezione civile messi a disposizione dalla Regione attraverso i quali sono state stanziate risorse per il ripristino dei danni occorsi in occasione degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio ligure nell’autunno del 2018.



A seguito dell’evento meteo di cui sopra, l’amministrazione di Riomaggiore aveva ottenuto cinque finanziamenti: i primi due, per un totale di 650 mila euro sono stati impiegati nelle opere di ripristino della diga della Marina di Riomaggiore (500 mila euro) e per la diga a protezione del Silos Scafi presso la stazione ferroviaria di Riomaggiore (150 mila euro), interventi a cui era stata data priorità considerate le precarie condizioni della diga della Marina di Riomaggiore.


“È arrivato il momento di ripristinare le due dighe di Manarola e della Fossola – ha detto la sindaca Fabrizia Pecunia – Abbiamo avviato in questi giorni le procedure per l’affidamento dei lavori, che dovranno concludersi entro la fine dell’anno. L’obiettivo è quello di terminare gli interventi entro aprile o al massimo maggio del 2022”.


“I lavori – spiega l’architetto Euro Procaccini, tecnico comunale – prevedono sulla Fossola di Riomaggiore il rifiorimento della diga, con l’apporto di nuovo materiale e salpamento dei massi presenti sul fondale oltre a opere varie di sistemazione della spiaggia volte a regolarizzarne la superficie. Su Manarola sono previste opere di rifiorimento e salpamento finalizzate al rinforzo della punta della diga, oltre a interventi distribuiti alla radice e sul corpo della diga stessa”.

Il quinto finanziamento, pari a 60 mila euro, per il quale sono in corso le procedure di approvazione del progetto esecutivo e affidamento dei lavori, riguarda la messa in sicurezza dei fronti/muri lungo il tratto stradale fra via Tracastello e via Signorini, nell’abitato di Riomaggiore.

Advertising
Advertising






 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Donazione paypal

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!