Peste suina, l'allarme di Legacoop Liguria per le conseguenze su turismo e cultura

"Da due anni il Turismo e la Cultura sono in ginocchio."

Il Presidente di Legacoop Liguria Mattia Rossi e il Presidente di Culturmedia Legacoop Liguria Roberto (Pucci) LaMarca lanciano un grido d'allarme rispetto all'ordinanza di ieri sera dei Ministeri della Salute e dell'Agricoltura relativa alla lotta alla Peste Suina Africana.

Da due anni il Turismo e la Cultura sono in ginocchio. La peste suina non è il covid o un virus che non si conosce, ritengono che non si possa reagire a colpi di lockdown per tutto senza una programmazione e una prevenzione adeguata e il coinvolgimento di tutte le parti in gioco.



Le Cooperative turistiche e culturali nostre Associate hanno ridotto il fatturato in modo molto rilevante e si sono risollevate già due volte ma una terza sarebbe letale. L'outdoor è una delle nostre risorse perché ci occupiamo di un Turismo e un modo di promuovere la Cultura particolari, e perché i nostri Soci lavoratori si sono specializzati in questo tipo di professione.


Semmai grazie a loro, i territori hanno quel presidio umano che permette di contrastare fenomeni di incuria e degrado così preziosi per l'igiene dei nostri luoghi. Chiedono che ci si faccia portatori delle istanze delle imprese di questo settore che rischiano di pagare di nuovo un conto durissimo proprio in un periodo dell'anno in cui si sono fatti investimenti per l'inizio della stagione che in queste attività comincia in primavera.


Advertising
Advertising


Autore: Legacoop Liguria 14-01-2022 17:25




 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Donazione paypal

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!