Sarzana, conclusa la gara per la costruzione della nuova Poggi

IRE affida i lavori del lotto 1B a "Research Consorzio Stabile Scarl".

Sarà "Research Consorzio Stabile Scarl" a costruire la scuola secondaria di primo grado Poggi e il Civic Center, con annessa la successiva demolizione del blocco Carducci (Lotto 1B).

Lo ha comunicato ieri al Comune di Sarzana IRE Spa, la centrale di committenza individuata dall'ente, che ha concluso la procedura per l'affidamento dei lavori della nuova scuola di Sarzana, il cui progetto innovativo e modello per la Liguria prevede la realizzazione di un nuovo edificio green, a zero impatto ambientale ed energeticamente autonomo.



Con 81,79 punti complessivi e un ribasso del 12,50 % sull'importo a base di gara pari a 6.800.515,51 euro, oltre IVA e oneri della sicurezza pari a euro 166.330,24, tra le tre proposte pervenute, IRE ha affidato l'appalto a "Research Consorzio Stabile Scarl” di Salerno.


Dunque - dopo la demolizione del vecchio plesso scolastico e la costruzione delle fondamenta della nuova scuola, cominciata la scorsa estate come primo lotto prestazionale - nel rispetto di un tempistica che procede a ritmi davvero serrati, ecco espletata la gara e affidati i lavori per la costruzione della scuola secondaria di primo grado Poggi, del Civic Center e successiva demolizione del blocco Carducci.


I lavori consisteranno nella realizzazione di un corpo centrale di collegamento che ospiterà servizi comuni (Civic Center e COC) con la realizzazione di un plesso dedicato alla scuola secondaria, dimensionato per una popolazione di 600 alunni (divisi in 24 classi e 8 sezioni), per una superficie totale di 5.840 mq su 3 livelli (2 livelli fuori terra e un interrato).

Gli ambienti saranno suddivisi tra 24 aule, laboratori, palestra di tipo B2, Civic Center e biblioteca. È quindi prevista l'installazione di impianto solare termico, fotovoltaico, con ventilazione meccanica controllata ad alta efficienza e illuminazione a led con sensori crepuscolari per una costruzione che sarà un modello virtuoso a livello energetico ed ambientale a livello nazionale e non solo.

Le caratteristiche tecniche e funzionali del progetto della nuova scuola di Sarzana ne fanno difatti davvero un caso esemplare di scuola innovativa, sostenibile, sicura e inclusiva: l’intervento realizza infatti gli obiettivi stabiliti dal Governo ed approvati dall’UE per l’edilizia scolastica di messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico, accessibilità, realizzazione di spazi adeguati alle più recenti ed innovative esigenze della didattica e predisposti per la digitalizzazione degli ambienti di apprendimento, in grado di stimolare la creatività ponendo le studentesse e gli studenti e la loro crescita al centro di una prospettiva educativa orientata al futuro.

Non solo. Come detto, la nuova scuola non garantirà soltanto il rispetto dei parametri di legge per la realizzazione di una struttura scolastica all’avanguardia, ma realizzerà un nuovo COC (centro Operativo Comunale) per la Protezione Civile diventando non solo simbolicamente l’edificio più sicuro della città e riferimento per ogni emergenza, oltre ad attuare un piano di rigenerazione urbana per l’intero quartiere con l'individuazione di nuovi spazi al servizio della collettività.

Lo stabile del plesso scolastico, ospitante oltre 700 studenti del ciclo della scuola primaria e secondaria di primo grado, era come noto stato sgomberato a fronte della significativa inidoneità sismica nell’estate del 2018 quando, a seguito degli esiti degli ultimi accertamenti sul vecchio edificio scolastico l'Amministrazione Ponzanelli, appena insediata, aveva deciso di affrontare l’annoso tema da sempre irrisolto alla radice.

L’intervento prevede, dopo la demolizione del vecchio plesso, la realizzazione di un nuovo edificio scolastico con un virtuoso intervento di sostituzione edilizia, con utilizzo di materiali ecologici, realizzazione di una struttura aggiornata alle attuali esigenze della didattica, conforme alla vigenti normative ed efficiente dal punto di vista energetico e gestionale.

 

 

 

Advertising
Advertising


Autore: Comune di Sarzana 21-01-2022 15:00




 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Donazione paypal

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!