Aquile a Udine per 3 punti scacciapensieri

di Massimo Guerra - Dopo una settimana di silenzio-stampa uno Spezia super-motivato affronta l'Udinese dell'ex Cioffi.

Vincere a Udine per togliersi dalla palude della sofferenza e smettere di dipendere dalle sorti delle inseguitrici: è quello che proverà a fare alla Dacia Arena lo Spezia di Thiago Motta (appuntamento questa sera, inizio alle ore 18, diretta DAZN, arbitra Aureliano) al termine di una settimana di insolito silenzio stampa che - si spera - sarà servito per trovare la massima concentrazione in vista della sfida contro l'Udinese dell'ex Cioffi, subentrato a Gotti a dicembre con buoni risultati a fine stagione, con il decimo posto in classifica a portata di mano.

Tra Spezia e Udinese è chiaro il divario tecnico, ma anche il divario di motivazioni che spesso nel calcio puo' fare la differenza. Friulani senza Becao, Marì e la rivelazione Beto, ma con Delofeu capocannoniere della squadra con 12 centri, affiancato forse dall'over 30 Nestrovski alla sua ultima apparizione nello stadio friulano con la maglia bianconera, mentre in difesa rientra dall'inizio capitan Nuytinck, a segno nella ripresa contro il Sassuolo.



Spezia senza Zoet (permesso familiare), Hristov (acciaccato), Bastoni (infortunio alla spalla e squalifica), oltre a Colley (infortunato), Sena e ovviamente Nzola, ormai messo definitivamente fuori rosa da Motta.


Probabile uno Spezia con il 4-2-3-1 visto di recente, con la difesa schierata da sinistra a destra con Reca, Nikolaou, Erlic e Amian, la coppia di mediani formata da Maggiore e Kiwior, con Agudelo vertice alto di centrocampo, dietro a Manaj punta centrale, con Verde e Gyasi larghi in fascia.


Senza Bastoni è probabilmente questa la migliore formazione a disposizione di Motta, pur considerando che elementi come Maggiore, Kiwior e lo stesso Gyasi hanno tirato il carretto per tutta la stagione e adesso iniziano a mostrare segni di stanchezza.

Se lo Spezia non vince sarà ancora sofferenza per gli ultimi 90' della stagione, a meno che tra oggi e domani almeno due squadre su tre tra Salernitana (30) Cagliari (29) e Genoa (28) non vengano sconfitte rispettivamente da Empoli, Inter e Napoli, rendendo quindi inutile una loro vittoria all'ultima sfida, senza dimenticare la Samp ex aequo con lo Spezia ma in vantaggio negli scontri diretti, alle prese lunedì sera con la Viola di Italiano in corsa per l'Europa League.


Ecco le probabili formazioni:

Udinese (3-5-2): 1 Silvestri; 2 Perez, Nuytinck, Zeegelaar; 16 Molina, 37 Pereyra, 11 Walace, 6 Makengo, 13 Udogie; 30 Nestorovski, 10 Deulofeu. (20 Padelli, 31 Gasparini, 28 Benkovic, 93 Soppy, 5 Arslan, 8 Jajalo, 21 Ballarini, 24 Samardzic, 23 Pussetto). All.: Cioffi. Squalificati: Becao. Diffidati: Deulofeu, Pussetto, Soppy, Udogie. Indisponibili: Beto, Pablo Marì, Success.

Spezia (4-2-3-1): 94 Provedel; 27 Amian, 28 Erlic, 43 Nikolaou, 13 Reca; 25 Maggiore, 14 Kiwior; 10 Verde, 33 Agudelo, 11 Gyasi, 9 Manaj. ( 40 Zovko, 6 Bourabia, 7 Sala, 8 Kovalenko, 21 Ferrer, 22 Antiste, 29 Salcedo, 31 Sher, 39 Nguiamba, 44 Strelec, 77 Bertola). All.: T.Motta. Squalificati: Bastoni. Diffidati: Kovalenko, Gyasi, Maggiore. Indisponibili: Hristov, Colley, Leo Sena.

Arbitro: Aureliano di Bologna.

Advertising
Advertising






 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Donazione paypal

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!