Hockey, Gamma Innovation Sarzana affida a Paolo De Rinadis anche la squadra di A1

Resterà comunque anche alla guida della formazione di A2.

Gamma Innovation Sarzana ha deciso di affidare a Paolo De Rinaldis la conduzione della formazione di Serie A1, dopo il divorzio dopo una sola stagione da Mirko Bertolucci. Nella società di Piazza Terzi si era aperta una riflessione per individuare il nome del successore. Poi la scelta è caduta su Paolo De Rinaldis, già nominato nelle settimane scorse allenatore della serie A2. Il condottiero della promozione in serie A1 e del primo campionato della società rossonera nella massima serie rimarrà nonostante la nuova nomina anche il tecnico della formazione di serie A2.

“Avevamo preso in considerazione tre figure per la sostituzione di Mirko Bertolucci - dice il Presidente Maurizio Corona - ma la scelta è caduta su Paolo, in primis per la sua competenza hockeystica dimostrata in tutti questi anni fuori da Sarzana, e poi per il suo attaccamento alla società che credo in questo momento storico sia importantissimo. Possiamo dire ora che abbiamo definitivamente rimesso la chiesa al centro del villaggio. Paolo resterà anche alla guida della formazione di serie A2 perché non possiamo dimenticarci di programmare e di guardare al futuro, un futuro che metta la città al centro del progetto".



"Sono contentissimo – conclude Corona – ho visto una persona motivata con una gran voglia di iniziare e con il rossonero tatuato sul cuore e questa è la cosa che più è importante. Il nostro obiettivo è il decimo posto che se conquistato sarà il nostro quattordicesimo scudetto e di questo Paolo è cosciente”.


Paolo De Rinaldis si è presentato molto emozionato di fronte a tutto il consiglio direttivo rossonero e a tutto lo staff per illustrare il suo programma.


Riportiamo le sue frasi più significative che saranno poi ampliate nella conferenza stampa di martedì: “Ci poniamo come obiettivo il mantenimento della categoria, con chiare prospettiva di crescita, a tal proposito la campagna rafforzamento è stata importante, con l’arrivo di due ragazzi argentini di cui si dice un gran bene, il ritorno di Jeronimo Garcia, ma, soprattutto, quello di Sergio Festa, fiore all’occhiello della campagna acquisti. Onestà intellettuale mi impone di sposare in pieno gli obiettivi della società; devo però rilevare come, in funzione della rosa a disposizione, le prospettive di una buona stagione ci sono tutte e la conferma del gruppo storico sarzanese, con innesto di questi nuovi atleti, mi porta a credere che, una volta centrato l’obiettivo primario, si possa pensare ad alzare l’asticella. E’ chiaro che la serie A1 dovrà certamente essere veicolo di motivazione per quegli atleti di A2 e U19, che, a rotazione, verranno inseriti nelle sedute della prima squadra. Tutto ciò dovrà essere per loro una spinta verso una prospettiva di crescita importante. Questa visione, condivisa con la società, ci porta a valutare l’annata che verrà come una sorta di anno zero, il progressivo innalzarsi dell’età dei nostri atleti più rappresentativi, unita ad una logica di ricambio che deve essere intesa come valore profondo della nostra società, ci impongono di non tralasciare ulteriormente detto processo. E’ per questo motivo che col Presidente abbiamo messo le basi per avviare questo percorso, certi, da una parte, della necessità di tale operazione, dall’altra sulla base di una logica sociale che ha da sempre contraddistinto i passi dell’Hockey Sarzana".

Poi il mister ha concluso con una frase che ha toccato il cuore a tutti i presenti: “Sono certo, conoscendo la passione e la sana ambizione societaria, che l’Hockey Sarzana non ha mai posto dei limiti al proprio operato ed in questo dobbiamo assolutamente cercare di viaggiare assieme. Il viaggio è stato molto lungo sino a qua. Ma, per me, è appena iniziato. Facciamo in modo tutti assieme che diventi ancora molto lungo. Grazie dell’opportunità di poter vivere con voi questi momenti”.

Infine la foto con tutto il Consiglio Direttivo e un lungo abbraccio finale.


PALMARES PAOLO DE RINALDIS
Non servono presentazioni per Paolo De Rinaldis a Sarzana: è il tecnico condottiero della promozione in serie A1 e del primo campionato della società rossonera nella massima serie, stagione in cui ha conquistato i play-off e la partecipazione alla Coppa Cers. Alla fine della prima stagione aveva rassegnato le sue dimissioni dalla squadra di serie A1, ma si era messo a disposizione del settore giovanile. Poi era rientrato a fine Febbraio 2012 alla guida della squadra rossonera sostituendo il dimissionario Mauro Cinquini e conducendo la squadra alla salvezza. Oltre al suo importante curriculum hockeystico nella formazione senior, De Rinaldis vanta anche molti traguardi raggiunti  come allenatore nelle varie categorie giovanili tra i quali spicca il primo scudetto giovanile nella storia dell'Hockey Sarzana alla guida dell’ under 20 nella stagione 2008-2009, traguardo poi bissato da Fabrizio Bassani l’anno successivo.

In campo nazionale il tecnico sarzanese ha guidato la nazionale under 17 agli Europei in Inghilterra nel 2010 e , anche se la sua esperienza al servizio dell’hockey nazionale è datata, per quattro volte il tecnico ligure è stato alla guida della nazionale under 15 e per due volte è stato vice nella rappresentativa under 17. 

Nella stagione 2014-15 è stato alla guida dell’ SPV Viareggio in serie A2, lanciando moltissimi giovani e disputando un campionato al di sopra delle aspettative. Nel 2015-16 alla guida dell' Amatori Wasken Lodi in serie A1 ha conquistato la Coppa Italia arrivando anche a un passo dalla conquista dello scudetto, portando il Forte dei Marmi a gara 5 e sfiorando il successo pieno in gara 4. Nelle tre stagioni successive è stato a Prato con cui ha vinto il campionato di serie B e ha disputato il campionato di serie A2 , da cui ha rassegnato le dimissioni nel finire della terza stagione. Poi l’esperienza all’ Engas Vercelli dove ha condotto la società piemontese dalla serie B alla serie A1.

Advertising
Advertising


Autore: Hockey Sarzana 05-08-2022 19:25




 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Donazione paypal

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!