Danni e minacce dal vicino di casa, il Giudice ha deciso che deve andare a vivere fuori Sarzana

Per mesi l'uomo ha tenuto una "condotta persecutoria" nei confronti di una famiglia sarzanese, che ha denunciato ed ora ritrova la tranquillità.

Sembra essersi concluso il calvario che una famiglia sarzanese ha dovuto sopportare per mesi, causato da un vicino di casa che con “intensa e perdurante condotta persecutoria”, queste le parole del Giudice, ha condizionato la vita dei coniugi e dei loro figli minori.

Musica ad alto volume anche in orario notturno, aggressioni verbali quotidiane anche in presenza dei bambini, danneggiamento dell’auto con taglio dei pneumatici e rottura dei cristalli, lettere e biglietti minatori, stato perdurante di ubriachezza molesta, sono alcune delle circostanze che la famiglia ha dovuto subire per gran parte dell’estate passata.



Le denunce che i coniugi hanno presentato alla Polizia di Stato non lasciavano spazio a interpretazione, così gli agenti hanno celermente avviato una intensa e delicata attività di indagine che si è conclusa con il provvedimento del Giudice della misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Sarzana nei confronti dell’uomo.


 


 

Advertising
Advertising






 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Donazione paypal

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!