Controlli straordinari in materia di salute e sicurezza nei cantieri della provincia della Spezia

Due aziende del settore edile e due del settore commerciale sono risultate irregolari sotto l’aspetto della sicurezza nei luoghi di lavoro.


Negli ultimi giorni, i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro della Spezia, del Comando Provinciale ed ispettori locali ITL hanno effettuato una serie di controlli a cantieri edili ed esercizi commerciali della provincia volti a verificare il rispetto delle normative in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché per contrastare il fenomeno del lavoro nero.


L’attività di controllo si è principalmente focalizzata nel capoluogo spezzino, dove oggi sorgono numerosi cantieri di ristrutturazione cd. 110%. Due aziende del settore edile e due del settore commerciale sono risultate irregolari sotto l’aspetto della sicurezza nei luoghi di lavoro.




L’attività ha portato al deferimento di un committente per i mancati adempimenti correlati all’affidamento dei lavori, e di quattro datori di lavoro, per violazioni in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, contestando la mancanza di formazione ed addestramento dei lavoratori, l’elaborazione del piano operativo di sicurezza in assenza di elementi previsti, per aver dato corso ai lavori in quota senza aver allestito il ponteggio come previsto dal piano di montaggio e uso smontaggio dei ponteggi, per non aver predisposto, durante la demolizione di un locale, opere provvisionali e di sostegno atte ad assicurare, ai lavoratori, cautele in caso di crollo e per aver redatto il previsto piano operativo di sicurezza senza indicazione della fase di lavorazione annoverante il piano di demolizione.



In due casi è stato disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale sino al ristabilirsi delle condizioni di sicurezza.
Un datore di lavoro è stato inoltre denunciato e sanzionato ai sensi dello statuto dei lavoratori per aver installato dei dispositivi elettronici di controllo a distanza senza i previsti accordi con le rappresentanze sindacali aziendali o le autorizzazioni dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro.



Complessivamente i provvedimenti sanzionatori di carattere amministrativo ammontano a euro 3.300,00, mentre sono state comminate ammende pari a euro 22.500. -






 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Donazione paypal

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!