Iniziato il primo nuovo corso curato da Spazi Fotografici

Sette partecipanti. Molte le richieste per i successivi, di ritratto e still life.

È iniziato mercoledì il primo corso di fotografia di Spazi Fotografici: sette i partecipanti per il nuovo programma introduttivo secondo la nuova formula proposta dall’associazione in tre incontri. Uno sempre dedicato alla teoria, modulato sui partecipanti, utile a prepararsi alle esercitazioni. Uno in giornata intera sul campo per sperimentare, testare concetti, fotografare e correggere con il docente, in tempo reale, tutti i possibili errori. L’ultimo per rinforzare l’acquisizione di competenze e nozioni, oltre che per rivedere le immagini, ricevere indicazioni, sapere in che modo procedere autonomi.

“Siamo molto contenti – commenta Davide Marcesini, docente e direttore di Spazi Fotografici - Fare fotografia e creare un luogo che sia anche fisicamente spazio di sperimentazione ed apprendimento continuo è ciò che abbiamo desiderato sin dalla nascita di Spazi Fotografici. Ora, dopo anni di progetti importanti ed altrettanto importanti collaborazioni (Lunigiana Land Art su tutti), siamo pronti a far vivere la nostra nuova sede, a Sarzana, in via Sobborgo Spina 16, perché diventi luogo d’incontro, formazione, produzione di contenuti (digitali e reali), nell’incontro di persone diverse, professionisti del team o esterni, proposte capaci di attraversare e far dialogare differenti discipline e differenti linguaggi”.



In programma dal vivo, infatti, non solo nuovi corsi fotografici – dopo il base, tra dicembre e gennaio, un corso di fotografia di ritratto e di fotografia still life - ma anche proposte altre che potranno spaziare dalla scrittura al graphic design. L’idea, alla base del programma 2023 di via Sobborgo Spina 16, è quella di offrire, secondo livelli e programmi diversi, risorse chiare, definite, accessibili, oltre che maggiormente mirate nei contenuti e negli obiettivi. Ciò ad agevolare la partecipazione, la trasmissione di competenze e la fruizione di contenuti, l’accessibilità al linguaggio fotografico come la frequentazione di spazi che sono e possono confermarsi come culturalmente attivi. Tra questi la splendida area dell’ex Ceramica Vaccari, secondo luogo espositivo della Galleria Cardelli & Fontana, già da questi prossimi corsi sede delle sessioni pratiche di ritratto e still life.


A guidare il corso di ritratto sarà ancora Davide Marcesini. A guidare il corso di still life un altro fotografo professionista e docente quale Jacopo Grassi. A integrazione, per i partecipanti ai corsi, la possibilità di revisioni extra (da concordare), consulenze tech, sconti e possibilità di prestito delle strumentazioni presso RCE FOTO La Spezia e Fotoreporter, nuovi partner fornitori professionali. Inoltre la possibilità di accedere alla biblioteca dell’associazione, essere guidati dal team e “fare community”.


Per informazioni visitare la pagina web oppure contattare il numero 3662075313, l’email info@spazifotografici.it.






 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Donazione paypal

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!